percorso di navigazione

Nati per leggere

La lettura ad alta voce come strumento per favorire lo sviluppo affettivo e cognitivo dei bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni. E' il senso del progetto Leggere fa bene alla salute, inserito dalla Regione Umbria nell'ambito delle azioni previste dal "Piano regionale di Prevenzione 2010-2012" della Direzione Salute, coesione sociale e società della conoscenza.

L'iniziativa, che vede coinvolti per la prima volta insieme i Servizi Prevenzione, Beni Culturali e Istruzione della Regione Umbria, in stretta sinergia con l'Associazione Culturale Pediatri (ACP) Umbria, l'Associazione Italiana Biblioteche (AIB ) sezione Umbria e l'Ufficio Scolastico Regionale per l'Umbria, è stata illustrata a tutti i soggetti aderenti (tra cui i bibliotecari delle 45 biblioteche umbre che hanno aderito all'iniziativa), nel corso della giornata di presentazione che si è tenuta il 23 febbraio al Salone d'Onore di Palazzo Donini.

Leggere fa bene alla salute - spiegano gli organizzatori - rientra nel progetto Nati per leggere fondato in Italia dall'Associazione Culturale Pediatri (ACP), dall'Associazione Italiana Biblioteche (AIB ) e dal centro per la salute del Bambino (CSB), e attivo su tutto il territorio nazionale attraverso programmazioni locali promosse da bibliotecari, pediatri, educatori, enti pubblici, associazioni culturali e di volontariato. Lo scopo finale della nuova iniziativa in programmazione è quello di continuare ad aumentare la consapevolezza dei genitori rispetto all'importanza della lettura ad alta voce ai propri figli, fin dai primi mesi di vita, per tale ragione si punterà ad incrementare gli spazi deputati al progetto e si organizzeranno gruppi di adolescenti disponibili a svolgere il ruolo di lettori volontari, per strutturare una rete territoriale tra pediatri, bibliotecari, insegnanti ed adolescenti. 

Vai a Sebina per i RAGAZZI